“Convegno internazionale sulle Energie rinnovabili” di Luigi Savarino

biogasdoneright

Venerdì 9 ottobre a Giarre

Il Consorzio Italiano Biogas (CIB) organizza il Convegno internazionale sul tema delle Energie rinnovabile, che si terrà al centro congressi “Radicepura” di Giarre, venerdì 9 ottobre 2015.

Il meeting internazionale dal titolo “Biogasdoneright and soil carbon sequestration” è promosso con la partecipazione di: Ministero dell’Ambiente, Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Enama, Comune di Giarre, CNH Industrial, FCA, Coca Cola Foundation, Risorse smart srls, Pioneer, Schmack Biogas, Gruppo AB.

90x150 banner 2Le conclusioni saranno affidate alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Lo spirito del convegno è quello di illustrare il modello del Biogas fatto bene e i suoi effetti produttivi, nel quadro di una riduzione delle emissioni quali obiettivi dell’Unione Europea e del Protocollo di Kyoto.

Tra i numerosi relatori attesi figurano alcuni dei protagonisti del confronto scientifico ed economico mondiale nel campo dell’energia pulita, come Bruce Dale (professore della Michigan State University, specialista nella conversione delle biomasse in bioetanolo), Jan Stambasky (presidente dell’European Biogas Association e fondatore di NovaEnergo), Paolo Inglese (professore ordinario dell’Università di Palermo e consulente FAO dal 1984), Alessandro Marangoni (Chief Executive Officer di Althesys srl Strategic consultants).

La giornata chiuderà la campagna di comunicazione, promossa dal CIB per Expo 2015, sui temi della sostenibilità ambientale e del ruolo della filiera agro-alimentare nel campo delle energie rinnovabili.

Biomasse - LocandinaIl prof. Dale, nel mese di luglio u.s., ospite del CIB a Milano, per la presentazione del documento programmatico “Biogas done right” aveva dichiarato: “Non solo possiamo, ma dobbiamo produrre di più. Più cibo e più energia dallo stesso ettaro di terreno”.

Non è mai troppo tardi. Già nel 2009 noi insistevamo su questi temi e su queste richieste, facendo educazione all’ambiente e allo sviluppo sostenibile, ma la classe politica siciliana faceva orecchio da mercante, anzi si opponeva. E, mentre al Nord, in questi anni, si sono sviluppate attività ricche ed efficienti noi, in Sicilia, siamo rimasti indietro. Riusciremo a recuperare il tempo perduto ?


LUIGI SAVARINO – Delegato EXPO 2015

Area “Tutela dell’ambiente nella catena agroalimentare”


convegno_internazionale_biogas

Annunci