LC Canicattì Castel Bonanno

 1610983_558855447606815_825961007863487300_n

 Apertura dell’ Anno Sociale 2015 2015 – 25 ottobre 2015

Inizia così, nella mattinata di una tiepida giornata autunnale, e in una affascinante residenza immersa nella ricca campagna Canicattinese l’apertura dell’Anno Sociale del presidente Cavallaro; in un gioco di luci particolarmente intense, che mettono in risalto il variopinto paesaggio che vive e dimora tutt’intorno alla Villa Bordonaro; Si arriva a piccoli gruppi, senza stress e con complice una giornata che da a tutti un’ora di vantaggio e che ha consentito di assaporare sia i colori che il tepore dato dal sole che regala ancora 22 gradi e abbraccia tiepidamente tutti.

E’ Stato molto piacevole intrattenersi nello spiazzo antistante il locale rustico, dove è stato preparato tutto, nei minimi particolari e dettagli dal Presidente Cavallaro aiutato dall’impeccabile Cerimoniera Simona Iannicelli e dal generoso Segretario di Club Giuseppe Lana. E’ tutto in ordine e meticolosamente verificato, gli Inni, internazionale, europeo e italiano, sono a posto ed il Cerimoniale rivisto collegialmente proprio a voler garantire, sobrietà e capacità organizzativa veramente impeccabili; nel frattempo diversi Soci del Club, sopraggiunti, hanno contribuito a coadiuvare nell’accoglienza degli Amici Soci di Club e di Zona nonché gli Ospiti e le Autorità che man mano sono arrivati. Presente il Vice Sindaco di Canicattì, l’Ingegnere Gaetano Rizzo e la Consorte; il Presidente della IX Circoscrizione Giuseppe Mauceri e la Presidente di Zona Marina Barbera, La Vice Cerimoniere Daniela Cannarozzo De Pasquali ed il Vice Tesoriere Distrettuale Pietro Saia.

Sembra veramente lontano il tempo del Passaggio della Campana e si coglie già, appieno, la maturità raggiunta per l’Anno Sociale che ha già segnato tappe fondamentali e raggiunto traguardi come le Visite Amministrative del Governatore del Distretto 108 Yb il Dr. Francesco Freni Terranova; nessun arroccamento, nessuna incrostazione quindi, si sente però ancora l’eco forte degli impegni allora assunti, grazie all’illuminata e sempre attuale idea del filantropo Melvin Jones e fondatore del Lions Clubs International. Anche questa occasione ha messo in evidenza il forte DNA femminile, di un Club che ha lavorato e lavora solo nell’ambito di forti e indiscutibili valori sociali; i valori dei Lions che da Canicattì riescono a brillare come pietre preziose, come stelle nel grande ed immenso firmamento dell’Associazione delle Associazioni, questo e altro è ancora il Club Lions Castel Bonanno.

Anche in questo si è confermata la caratura e lo spessore con una location, elegante e brillante, scevra da retorica d’altri tempi. Ancora tutto è avvenuto all’insegna di uno stile impareggiabile che è prerogativa dell’apporto di uomini e donne di ottima tempra che sanno anche delegare pur impegnandosi all’inverosimile e non lasciare mai soli chi è in prima fila come la squadra dell’Anno in corso.

Il Meeting d’apertura dell’Anno Sociale, corrisponde normalmente con l’occasione nella quale il Presidente di Club Incoming può enunciare la programmazione di un anno di Servizio, ma che, in questo Anno “particolare” per la IX Circoscrizione, consente e obbliga quasi ad una seconda verifica che arriva dopo un’altrettanto importante prima verifica data dalla Visita del Governatore e che è avvenuta già un mese fa e il prossimo impegno distrettuale dato dalla Conferenza di Autunno da tenere ad Agrigento.

Grande lavoro e grande fermento quindi:

la programmazione delle attività future che non mancano e non possono mancare in un luogo che per tradizione è fatto così e trasuda da ogni poro Lionismo.

La numerosa presenza di Soci è stato quindi il miglior modo per misurare un Club in salute e che avverte i suoi anni solo come indice di consapevolezza e maturità lionistica e l’essere pronto, quindi, ad incarichi sempre più lusinghieri e prestigiosi per i suoi Soci.

Ancora fa Eco l’intervento del saggio Lion Salvo Giacona, quando al passaggio della campana parlava di una ipotesi già matura di un Governatore per il Distretto siciliano al femminile, incoraggiando le donne ad essere in tal senso propositive, più unite e portare avanti l’idea al fine di infrangere quella barriera, quel diaframma già altrove superati da tempo.

Il martello che è stato lasciato in eredità al Presidente Calogero Cavallaro, Lion di razza, che ha saputo, in breve tempo, mettere da parte l’emotività e venir fuori con la grinta necessaria e gli “argomenti” giusti e si può essere, in tal senso, più che sicuri che saprà, con il suo Staff, continuare a scrivere la storia di questo blasonato Club e continuare a dare un contributo importante al Distretto, dà quindi il tocco di campana iniziale.

La Cerimoniera, invita il folto gruppo di partecipanti ad ascoltare in piedi gli Inni prima, e poi da lettura del Codice dell’Etica Lionistica, gli Scopi e la Preghiera dei Lions; infine procede al saluto della Autorità Civili e Lionistiche presenti e invita, a questo punto, il Rappresentante dell’Amministrazione Locale, il Vice Sindaco Rizzo, ad un intervento che si traduce nel porgere un breve messaggio di saluto in nome e per conto dell’Amministrazione e della Città che rappresenta.

Segue a ruota l’intervento del Presidente di Club il quale oltre a ringraziare i colleghi Presidenti della Zona presenti dimostra vivo compiacimento per la presenza del Presidente di Zona Marina Barbera e del Presidente della IX Circoscrizione Giuseppe Mauceri. Enuclea la scaletta programmatica e fa preciso riferimento alle attività che gruppi di lavoro metteranno in cantiere per l’Anno Sociale nascente e l’attenzione che si porrà nel valorizzare ogni possibile azione nella direzione del Servizio e quella di ridare vitalità al Club verso anche un ricambio generazionale che consenta, con l’aiuto di chi ha più esperienza, di incamminarsi verso traguardi importanti e comunque sempre aderenti all’ideale che deve contraddistinguere l’operato dei Lions.

Il Presidente Cavallaro ha rimarcato che sarà facile “vergare” quel libro bianco da scrivere augurando così altrettanta fortuna per il futuro così come lo è stato per lui con l’invito rivoltogli da chi lo ha preceduto.

A questo punto, inizia una serie di conferimenti: sono i riconoscimenti che provengono dal Distretto e dal quartier generale di Oak Book; ad essere chiamati i Presidenti di Anni Sociali precedenti come Rosa Maria Corbo e Lella Cassaro; ma vengono altresì chiamati soci che hanno raggiunto soglie di anzianità di appartenenza nel Club importanti; è il momento di offrire omaggi floreali alle Signore presenti.

L’incontro prosegue con l’intervento del Presidente di Zona Marina Barbera che approva l’atteggiamento ed i buoni propositi del Club canicattinese; il Meeting si avvia alle conclusioni con l’intervento del rappresentate del Governatore del Distretto 108 Yb Giuseppe Mauceri, che con autorevolezza incita i Lions alla continuità e alla concretezza con la certezza di proseguire nel percorso che vede i Lions protagonisti del passato e del futuro, l’intuito di immaginare la storia di un Club Service Internazionale e rappresentarlo efficacemente, in piena e totale sintesi, per come è stato fatto in origine con la scelta del logo posto in tutti i labari e distintivi è a dir poco affascinante, consegnando un messaggio positivo mirante a stimolare il massimo delle energie e tendente a far meglio all’insegna dei migliori auspici.

La sala è stata riempita è gremita da Soci del Club Canicattì Castel Bonanno, di Ospiti Lions di diversi Clubs della Zona; chi ha partecipato a tale importante incontro porterà con se, e per molto tempo, sicuramente un ottimo ricordo oltre alla netta e chiara convinzione di aver partecipato ad un “consesso” dove sono stati esaltati gli altissimi principi morali e sociali dei Lions, lievito per una crescita di consenso intorno al semplice ma formidabile motto del sodalizio: WE SERVE. La Giornata si è conclusa con la tradizionale conviviale, momento ulteriore di socializzazione utile a far crescere quello spirito di Amicizia che è e deve essere collante tra uomini e donne di buona volontà; l’occasione è stata utile anche verso chi ha particolare bisogno raccogliendo fondi da destinare alla lotta contro il morbillo. alla fine si è fatto un po’ tardi ma chi vi scrive puo’ confermare che ne valeva la pena.


Giuseppe Vella



Annunci