LC Santa Teresa di Riva


incontro Ass. 201.3.16 Furci 4 (2)


Proposta per la costituzione di portale delle associazioni del comprensorio jonico –Sintesi del comunicato stampa dell’evento di domenica 20 marzo 2016


Le associazioni del comprensorio jonico vogliono crescere e sono determinate a collaborare e fare “rete”, vogliono uscire definitivamente da quella emarginazione in cui le istituzioni indebitamente le relegano e desiderano portare un contributo importante per la crescita culturale e sociale del proprio territorio.

E’ questa la determinazione alla quale  hanno dato i contributi i rappresentanti delle oltre quaranta associazioni presenti all’incontro svoltosi presso il Centro Diurno di Furci Siculo e che hanno all’unanimità siglato l’adesione alla proposta dell’architetto Andrea Donsì del Lions Club di dare vita ad un portale delle associazioni come strumento utile e necessario a migliorare la programmazione degli eventi ed a favorire la conoscenza delle associazioni medesime.

Dopo i saluti del presidente del Lions Club Santa Teresa di Riva Onofrio Chillemi e gli interventi dei presidenti delle altre associazioni che hanno formato il comitato promotore iniziale, (Angela Muscolino della Fidapa Santa Teresa Val d’Agrò, Santino Albano dell’UNITRE di Santa Teresa di Riva, Natale Caminiti dell’Associazione “Amici di Onofrio Zappalà”, Massimo Caminiti del CINIT  – Nuova Presenza, Maurizio Crisafulli dell’ AVIS di Santa Teresa di Riva, Nina Di Nuzzo della Banca del Tempo di Alì Terme, Gisella Camelia dell’Associazione Culturarte “La Fucina”, Melina Patanè dell’Associazione Il Paese di Fronte al mare), gli architetti Andrea Donsì e Angela Muscolino hanno stimolato il dibattito, e coordinato gli interventi numerosi e articolati, ma soprattutto partecipati e convinti verso la direzione da intraprendere.

Hanno dato il proprio contributo i rappresentanti di molte associazioni culturali e di volontariato presenti e attive nella riviera jonica tra cui Penelope, La Bottega degli attori, CRI di Roccalumera, Comitato Beni Comuni, Vivere Insieme, E Berta filava, Dispari onlus,  Comitato Beni Culturali dell’Unione dei Comuni, Slow Food,  Lions Club Val d’Agrò, Associazione  Al tuo fianco onlus,  DestinAzione, Tamaricium,  Salus “C. D’Agostino”, Archeoclub, Ulisse, Gruppo Interforze Jonica,  i quali  oltre ad evidenziare le difficoltà del proprio operato in funzione delle criticità del territorio e della società, hanno convenuto della necessità di uno strumento di comunicazione all’interno dell’ambito associativo che però costituisca contemporaneamente un momento di contatto con la cittadinanza e le istituzioni. E’ stato sottolineato inoltre che sul territorio mancano  strutture adeguate  per svolgere le attività e quelle esistenti sono molto carenti per spazi e attrezzature. 

“Lo strumento del portale – ha chiarito Donsì – ha diverse finalità che spaziano dall’autocensimento delle associazioni, al calendario informatico della programmazione degli eventi alla creazione di un supporto logistico per le amministrazioni e le istituzioni”.

“Il portale non è la soluzione dei problemi delle associazioni – ha sottolineato Donsì – ma un punto di partenza, una opportunità per conoscersi, fare rete e per crescere insieme con lo scopo ultimo di far crescere il territorio e rendersi operativamente utili in termini di sostegno solidale e sviluppo partecipato”.

L’architetto Angela Muscolino, invece, ha evidenziato “l’importanza di questi passaggi formativi e di confronto di idee come momenti indispensabili per migliorare i rapporti di collaborazione tra le associazioni specie nella prospettiva della organizzazione di eventi di grande respiro e di rilevante spessore socio-culturale”.

Nelle conclusioni del pomeriggio Donsì e Muscolino hanno spiegato i motivi per i quali non sono state invitate tutte le associazioni che “risiedono proprio nella mancanza di uno strumento per individuarle singolarmente nei riferimenti di contatto” auspicando che le  associazioni non presenti all’incontro si propongano per aderire quantomeno al censimento presupposto per la definizione del portale.

La proposta

La proposta che è stata illustrata in occasione dell’incontro tenutosi domenica 20 marzo 2016 presso il Centro Diurno di Furci Siculo riguarda la costituzione di un portale delle associazioni del comprensorio jonico.

Il portale dovrebbe essere strutturato, almeno per un periodo iniziale di tre anni, allo scopo di ottenere due risultati:

  • L’autocensimento delle associazioni del territorio;
  • Una bacheca (calendario) informatico dove inserire tutta la programmazione degli eventi posti in essere dalle singole associazioni

Per quanto concerne l’autocensimento delle associazioni questo sarà realizzato attraverso un database tematico e geografico sulla scorta di schede sintetiche di presentazione di ogni singola associazione. Il motore di ricerca consentirà, ovviamente, di individuare le associazioni per denominazione, per tipologia di attività, per comune, etc.

Relativamente, invece, alla bacheca informatica, ogni attività delle singole associazioni sarà calendarizzata in tempo reale (con associata una locandina della scaletta dell’evento) allo scopo sia di evitare inutili sovrapposizioni temporali se non anche tematiche, sia per avere un quadro sinottico completo dell’attività associativa del nostro territorio.

Durante il dibattito che si è articolato nel pomeriggio di domenica scorsa, è stato approfondito il concetto del profilo “minimalista” del portale rivolto, teso cioè a fornire informazioni asettiche ma utili a tutte le associazioni aderenti, nell’auspicio che possa costituire un punto di partenza per migliorare la conoscenza ed i rapporti tra le associazioni medesime.

Per quanto concerne la scheda di presentazione della singola associazione, questa conterrà i link relativi ad eventuale sito e profili sui social network (facebook, twitter, etc.) dove trovare le informazioni di approfondimento sia sulla descrizione dell’associazione che sulle iniziative programmate.

Da questo punto di vista il portale vuole essere solo un ambiente di passaggio che fornisce solo un quadro generale del panorama associativo e dei relativi eventi, ed i canali ordinari di comunicazione della singola associazione costituiranno sempre il percorso principale di diffusione mediatica.

E’ fondamentale che lo strumento non intacchi né l’autonomia nè  l’identità della singola associazione poiché lo scopo è di crescere tutti insieme senza squilibri tra i vari soggetti aderenti.

Questo strumento, ovviamente, si metterà a disposizione come canale conoscitivo delle associazioni sia alle amministrazioni che alle istituzioni con l’auspicio che anche queste, in una fase successiva, siano presenti nel portale inserendo anche la propria programmazione allo scopo di creare un ambiente unico per la presa di consapevolezza di tutte le attività che si svolgono nel nostro territorio.

Per la costituzione del portale, allo scopo di creare una base semplice, non particolarmente onerosa e auspicabilmente stabile, viene richiesto un contributo annuale simbolico ad ogni associazione  aderente di € 10 per la durata di tre anni, periodo necessario per verificare la bontà dello strumento e, soprattutto, la convinzione delle associazioni di confermarlo ed eventualmente di potenziarlo.


Locandina Incontro Associazioni