L.C.I.F. – Resoconto dell’anno appena trascorso


Schermata 2016-06-29 alle 12.09.14


Il ” giallo”  LCIF


No, non scriverò di un thriller, ma del giallo dei giubbotti che rappresentano il service, quello di strada, quello fattivo, quello per cui tutti i Lions  dovrebbero essere orgogliosi di portare per assolvere ad un servizio.

Appena qualche mese addietro  al Lions Day,  ( ottimamente riuscito, complimenti al nostro Governatore ed al suo staff, ai delegati  Angelo Collura  e Tuccio Toscano ) ho visto finalmente tanti, ma tanti giubbotti gialli;  questo significa  che anche nel nostro Distretto finalmente la nostra grande Fondazione è riuscita a sfondare il muro di gomma che è stato  impenetrabile in questi ultimi anni.

Ma ancora non basta, perché soltanto il 58%  dei clubs  del  Distretto  versa  spontaneamente alla  L.C.I F., disperdendo spesso risorse      verso altre organizzazioni o associazioni,  che come altre volte ho avuto modo di dire,  spesso non menzionano neppure il nostro sodalizio   per quanto ricevuto.

Ci accingiamo a chiudere ancora una volta  un anno lionistico e  posso dire  di essere totalmente soddisfatto per quanto abbiamo  fatto,come sempre si dice, si poteva fare ancora di più.

Sicuramente  ho avuto una piena collaborazione da parte del   comitato a me assegnato, che ha lavorato bene specie nelle aree indicate     come Catania  Palermo e Messina, che ringrazio di vero cuore, non benissimo     nelle  aree non indicate.  Si capisce perché non lavorando tutti all’unisono, restano aree completamente scoperte di informazioni e formazione. Infatti, il componente di un comitato come la LCIF, dovrebbe essere molto operativo all’interno  dell’area a questi assegnata, ma se egli o ella non opera, spronando i Clubs a svolgere attività da poter  devolvere alla Fondazione,o peggio ancora, non partecipa neppure alla riunioni  della propria circoscrizione e se partecipa non chiede neppure di intervenire, allora il risultato lo ritrovo nel  dettaglio  del report di quella data area li, dove si evince che i Clubs non hanno versato o svolto alcuna attività pro-LCIF.

Ma tenacemente andiamo avanti!!!

Rimane  ancora moltissimo da fare, la solidarietà verso chi è afflitto da malattie, mancanza di generi di prima necessità, analfabetismo o peggio ancora catastrofi ( ultimamente in Equador , dove già la LCIF ha stanziato  250.000 dollari per i primi soccorsi  o in Giappone, terra del nostro Presidente internazionale Yamada ,150.000 dollari anche lì come  somma di primo  soccorso) non si ferma e non si fermerà mai  finché  esisterà un bisogno umanitario.

Nel nostro Distretto è pronto il progetto realizzato con il supporto di alcuni Clubs ( ma non di tutti come si sperava avevo chiesto di intervenire con una somma di 200,00 euro ) per il laboratorio  del centro per l’Autismo di Barcellona Pozzo di Gotto,  che come è ormai noto riceverà il contributo del 50% della somma necessaria per la sua realizzazione dalla nostra Fondazione.

Amici Lions che avrete la bontà, il tempo e la voglia di  leggere queste poche righe, e mi rivolgo soprattutto ai Presidenti in coming, abbiate a cuore la nostra Fondazione ( LCIF ), non disperdete risorse per attività che portano ad una  momentanea ed effimera  “ gloria”  ma che non consente alla nostra Associazione di avere il respiro di internazionalità di cui tutti noi godiamo e di cui dobbiamo essere orgogliosi.  Ogni giorno, grazie all’intervento   della nostra Fondazione centinaia di progetti nel mondo vedono la luce e danno sollievo  ad  una grande moltitudine di persone ( milioni di persone ), che magari hanno avuto la sventura di nascere nella parte “ sbagliata “ della terra e  solo per questo soffrono. Noi Lions però tutto questo lo sappiamo, lo  abbiamo abbracciato e attraverso la LCIF cerchiamo di alleviare le loro sofferenze e a volte anche di risolverle.

Non rimaniamo insensibili al grido di dolore di coloro che per ragioni geografiche sono lontani da noi e non  vediamo!!!

Oggi con solo  1 euro salviamo la vita di un bambino, nella grande sfida della lotta contro il Morbillo (ONE SHOT ONE LIFE ) che Fondazioni internazionali  come  GAVI  o   come  Bill & Melinda Gates Foundation    ci chiedono di affrontare, addirittura raddoppiando la nostra raccolta nell’acquisto dei vaccini.

Credo che questo possa bastare a giustificare un impegno di tutti i Clubs.

Riflettiamo Amici Lions, non sprechiamo risorse, ricordiamoci di quante   azioni concrete possiamo fare con poco,  ma tutti assieme!.

Ricordiamoci  sempre, che tutto ciò che per noi è superfluo per altri potrebbe essere vitale.

Desidero a questo punto dare il bilancio pressoché definitivo dell’anno che volge al termine: la raccolta globale si attesterà alla fine del mese di Giugno a circa 90.000 dollari ( somma inferiore a quella dello scorso anno ) considerando però che siamo in fase di realizzazione di n. 2 progetti: il primo  in via di formalizzazione, riguarda la residenza per Autistici del valore di 20.000 dollari; il secondo sussidio già approvato, ed in via di avanzata realizzazione,  per la somma di 10.000 dollari riguarda gli immigrati minori sbarcati in Sicilia ( Catania ). Tutto ciò come potete intuire porta ad una somma ben oltre quella dello scorso anno, realizzando inoltre 2 importanti progetti della nostra Fondazione.

Affermo  con orgoglio, che già la sola somma di novantamila dollari ciporta al primo posto nel Multidistretto Italy, superati soltanto      (occasionalmente ) dai Distretti IA1 e IB2  per lasciti ricevuti post-mortem.

Ultima notazione è rivolta a tutti coloro  che ( ne farò elencazione appresso ) attraverso la piattaforma di crowdfunding “ LABORIUSA “ hanno versato somme per la lotta contro il Morbillo, che ringrazio per la sensibilità dimostrata. Questi sono: I Clubs PALERMO MONTE PELLEGRINO, PALERMO DEI VESPRI, PALERMO CONCA D’ORO, ACIREALE, CT MEDITERRANEO, oltre agli Amici: Emanuele Errigo, Nicolosi Antonella, Basile Massimo, D’antone Giuseppe, Paradiso Massimo, Borgia francesco, Faraci Rosario, Speranza Rossana e Garozzo Carlo.

A tutti un sentito ringraziamento!.

Entriamo nell’anno 2016-2017  l’anno  del centenario della fondazione del LCI, abbiamo tutti una responsabilità in più, iniziare un nuovo secolo nella solidarietà ricordando che “ dove c’è una necessità  lì c’è un Lions”!!.


Maurizio Gibilaro – Coordinatore Comitato LCIF


Annunci